“Verdello Fest”. Oggi la presentazione del programma

Stamattina presso la Sala Borremans di Villa Butera è stato presentato il programma della seconda edizione del “Verdello Fest”.

Ad introdurre il progetto ed il programma è stato Michele Balistreri, presidente dell’associazione La Piana d’Oro, che insieme alla Pro Loco “Bagheria città delle Ville”, rappresentata da Nino Mineo, all’Ars e all’assessorato regionale all’Agricoltura, e con il patrocinio del Comune di Bagheriahanno organizzato questa seconda edizione del festival dedicato al verdello.

La manifestazione, viene sottolineato diverse volte, è stata voluta non solo dagli organizzatori ma soprattutto dalla cittadinanza bagherese che ha espresso la propria volontà mediante i processi di Democrazia Partecipata.

L’evento si concentrerà sul buon cibo, sulla gastronomia di eccellenza, sul divertimento e sulla cultura. Si potranno infatti degustare oltre che ai prodotti a base di verdello anche i prodotti tipici dello street food come lo sfincione bianco bagherese, attraverso pagamento di un ticket, assistere a showcooking, ammirare prodotti dell’artigianato locale.

Villa Palagonia avrà un ruolo molto importante in quanto ospita e ospiterà  alcuni eventi collaterali come la mostra “Ossi” di Gianluca Concialdi e Francesco Surdi, in corso,  due tavole rotonde per giovedì 27 settembre a partire dalle 17.30. La villa potrà inoltre essere visitata nei giorni del “Verdello Fest” fino alle ore 24.

Sabato 29 settembre sarà caratterizzato dai balli e canti popolari siciliani del gruppo folk ”Trinacria Bedda” , mentre Domenica 30 settembre è prevista la serata gourmet con menù degustazione realizzata da una rappresentanza di ristoratori locali, coordinati dallo chef bagherese Salvo Lipari, volto noto della trasmissione RAI “La Prova del Cuoco”.

Presenti alla conferenza stampa anche il Sindaco Patrizio Cinque e l’Assessore alla cultura Romina Aiello, l’onorevole Vittoria Casa e il presidente del Consiglio comunale Marco Maggiore. Sia il Sindaco che l’Assessore alla Cultura hanno speso parole di incoraggiamento e gratitudine nei confronti degli organizzatori, visti i risultati della prima edizione e la loro volontà di far crescere questa manifestazione al fine di rilanciare l’immagine turistica del territorio creando rete tra l’enogastronomia, i prodotti agroalimentari di eccellenza, i beni culturali, l’artigianato artistico e le associazioni locali.

Commenti

MariaTeresa Mineo

26 anni. Mi occupo di turismo ed eventi. Amo viaggiare, ascoltare e raccontare storie

More Posts