AUTOBUS NUOVAMENTE A BAGHERIA: SÍ O NO?

Quasi ogni mattina scendo da casa, entro in macchina e inizio il mio viaggio verso la stazione ferroviaria di Bagheria per poter raggiungere Palermo in modo tale da riuscire a seguire le lezioni universitarie.

Dopo aver percorso pochissimi chilometri mi ritrovo con l’adrenalina a mille, da un lato per via delle acrobazie degne di uno stuntman compiute in Via Parisi (bisogna essere bravi ad evitare gli autocompattatori impegnati a raccogliere i rifiuti gettati illegalmente dai cittadini incivili e soprattutto a scansare gli enormi e pericolosissimi fossi trascurati dall’ente gestore della strada) e dall’altro dall’estremo timore di non riuscire a trovare posteggio nel parcheggio della stazione, rischiando quindi di perdere il treno.

Dopo esser arrivato a destinazione, mi trovo sistematicamente ad osservare nei pressi della stazione di Palermo Centrale, la diffusissima presenza di mezzi pubblici: metro, tram e autobus.

Ecco quindi che pochi giorni fa cominciai ad essere tormentato da un interrogativo:

“Ricordo male oppure a Bagheria fino a qualche anno fa c’erano gli autobus?”

Linea 1 dell’autolinea urbana bagherese (clicca sull’immagine per leggere meglio i nomi delle fermate)

La risposta è affermativa, “la città delle ville” era dotata di un servizio di autobus composto da tre linee, non posso però fare un’analisi sul funzionamento di quest’ultime per via della mia giovane età; in pratica ho un ricordo offuscato.

Mosso dalla curiosità ho cercato informazioni in rete, più che altro per capire i motivi che hanno portato alla rimozione dei mezzi pubblici bagheresi.

A quanto pare il servizio di trasporto urbano costava alla comunità circa 300.000 euro l’anno e non venendo sfruttato in maniera adeguata, si ritenne utile abolirlo; era il 2012.

Siamo sicuri che nel 2018 un servizio di trasporto pubblico non possa essere utile?

Immaginate la riduzione di traffico ed inquinamento, la comodità e il potenziale di un servizio del genere.

Muoversi a Bagheria potrebbe diventare molto più facile, gli anziani e gli appiedati ne gioverebbero molto, i giovani adolescenti comincerebbero ad assaporare un minimo d’indipendenza e inoltre si riuscirebbe anche ad avere un’alternativa, non sarebbe più necessario utilizzare obbligatoriamente la macchina.

E se invece analizzassimo il punto di vista di un presunto turista?

Archimede 7.1, 35 posti

Mi piacerebbe pensare che in estate una qualunque famiglia in vacanza possa raggiungere Bagheria in treno e trovare fuori dalla stazione un Minibus (non possiamo assolutamente pretendere di mettere dei mezzi enormi, sarebbero controproducenti ed ingestibili) pronto a portarla nei pressi del Museo Guttuso, nel famoso “stratunieddu” oppure nel bellissimo lungomare d’Aspra.

 

Autobus a Bagheria, opportunità o mera utopia? Io ho detto la mia, ora tocca a voi, votate!

Vorreste gli autobus a Bagheria?

View Results

Loading ... Loading ...

Ps. In questo articolo non ho volutamente trattato eventuali costi di gestione del servizio, non ho la conoscenza necessaria per poter valutare l’impatto di una tale opera all’interno delle casse del Comune di Bagheria.

Inoltre questa trattazione non è da considerare né una richiesta di reintroduzione né una provocazione nei confronti delle amministrazioni che hanno deciso di sospendere gli autobus cittadini.

Mi chiedo soltanto se Bagheria possa in maniera concreta ambire a diventare un punto di riferimento per il futuro, sono i servizi che permettono alla città di esprimere il proprio potenziale e sfortunatamente per adesso ce ne sono pochi.

Si ringrazia la pagina Facebook, Bagheria – Come eravamo per averci fornito questo scatto di Mimmo Pintacuda posto in apertura.

Commenti

Sergio Moretto

Un giovane studente di Giurisprudenza che nutre un forte amore per la giustizia e le brioches con il gelato. Più che uno scrittore mi sento uno storyteller, mi piace trasmettere emozioni.

More Posts