ASSEMBLEA CITTADINA SUI PROCESSI DI AMMINISTRAZIONE CONDIVISA MERCOLEDÌ 28 MARZO A BAGHERIA

Si svolgerà mercoledì 28 marzoa partire dalle ore 16, in aula consiliare – corso Umberto I, 167, la prima assemblea cittadina dal titolo: “La città è di tutti: amministriamola insieme” per chiarire il senso e il funzionamento del regolamento per la collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni urbani.

L’assemblea è organizzata dal Comune di Bagheria, dal Centro Servizi per il Volontariato Palermo (CeSVoP) e dalla Casa del Volontariato e della Solidarietà in collaborazione con Laboratorio di Sussidiarietà (Labsus), Associazione che ha facilitato l’approvazione del Regolamento in altri 135 Comuni italiani.

«L’esperienza ci dice che molti cittadini attivi, associazioni di volontariato, sono disponibili a prendersi cura di piazze, giardini, beni immobili e restituirli alla comunità» –spiegano gli organizzatori – «Spesso però le pastoie burocratiche impediscono e non facilitano affatto i processi di tali percorsi di cura. Il Regolamento per la gestione condivisa dei beni comuni può essere uno strumento che può facilitare questi percorsi. Ecco perché il Comune di Bagheria ha manifestato la volontà di adottarlo, approvando in Giunta Comunale la bozza di Regolamento e proseguendo con l’iter per l’approvazione in Consiglio Comunale».

L’assemblea sarà dunque l’occasione per accogliere le proposte di associazioni, comitati di quartiere e cittadini su l’uso e la valorizzazione dei beni comuni.

Saranno presenti: il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque, gli assessori Maria Puleocon deleghe alle Politiche sociali, Alessandro Tomasello, assessore alla Programmazione e Attività produttive e Commercio; un rappresentante del Comitato Direttivo del CeSVoP, il referente della delegazione del CeSVoP di Bagheria Gianluca RizzoPasquale Bonasora e Daniela Ciaffi referenti dell’associazione Labus ed il presidente del CASB Coordinamento Associazioni del Bagherese Michele Balistreri.

Durante l’assemblea oltre a spiegare il regolamento e ad illustrare i percorsi di amministrazione condivisa dei beni comuni, verrà illustrato l’impegno del Comune per la gestione dei beni comuni e l’esperienza di Coprogettazione con il CeSVoP e la Casa del Volontariato anche su due beni di cui uno confiscato alla mafia Villa Castello e Teatro Butera, oltre al primo patto sperimentale di amministrazione condivisa che riguarda piazza vittime della mafia che ha visto un suo primo evento informativo lo scorso sabato 24 marzo.

Anche i dipendenti comunali saranno coinvolti in un queste azioni con un’apposita formazione, che si svolgerà in mattinata del 28 marzo,  presso villa Cattolica,  a cura di Labsus,  per la realizzazione di un gruppo di lavoro trasversale alle direzioni comunali.

Marina Mancini

Commenti

Salvatore Maggiore

24 anni, una laurea in Ingegneria Dell'Energia da condire con una magistrale ancora da completare. L'amicizia è un pilastro fondante della mia vita per cui mi dedico a dare spazio a Politica, Musica e Ambiente con cui sono in rapporti fraterni.

More Posts