Bagheria e Aspra protagoniste allo “Sfincione Festival”

Tra i prodotti tipici dello street food siciliano, lo sfincione ne è sicuramente il protagonista. Prodotto unico, soffice, saporito e dai profumi che fanno venire l’acquolina in bocca, richiama la tradizione e la territorialità. Negli ultimi anni si è cercato di valorizzarlo e tali sforzi stanno cominciando a produrre risultati tangibili in apprezzamento e riconoscimento della bontà, della prelibatezza e del favore riscontrato dai consumatori e dagli appassionati del re del cibo di strada. 

Un importante evento ideato in nome dello sfincione è lo “Sfincione Festival”, organizzato da Sanlorenzo Mercato (un mercato coperto che raccoglie in modo rappresentativo le più belle realtà enogastronomiche di tutta la Sicilia) il 24 e 25 febbraio. L’evento ospiterà  la sfida delle sfide: si confronteranno in un gustoso duello, all’ultimo assaggio: lo sfincione palermitano (classico con pomodoro, cipolla, acciughe e caciocavallo) l’amatissima e gustosissima versione bagherese (bianco, alto, con ricotta e mollica), con quello di Casteldaccia (una via di mezzo fra i primi due, rosso ma con un grosso strato di tuma) e con un’inedita versione marinara direttamente da Aspra (bianco, cotto a legna e con sarde tritate).

Ospite d’onore sarà nella giornata di sabato lo sfincione di Ficarazzi, che grazie all’impegno di valorizzazione da parte dei panificatori e dell’amministrazione, oggi incontra i favori dei consumatori dell’area metropolitana. La degustazione della versione di Ficarazzi sarà supportata  da uno showcooking ad hoc sabato pomeriggio alle 16.30, a cui presenzieranno una delegazione del comune e gli organizzatori della decennale sagra.

Con un apposito ticket di €6,00, si potranno assaggiare le quattro specialità presenti (Bagheria, Aspra, Casteldaccia e Palermo), in un confronto aperto e diretto con il produttore che ne spiegherà origine e caratteristiche, tra aneddoti e curiosità.

Sarà una competizione che vedrà un vincitore decretato da una giuria, presieduta da Gaetano Basile, scrittore, giornalista e storico della gastronomia e delle tradizioni siciliane, dal bagherese Pietro Miosi, dirigente regionale del Dipartimento dell’Agricoltura, da anni attivo nella tutela e valorizzazione delle pietanze e dei prodotti tipici del territorio, da Federica Virga, giornalista, scrittrice e appassionata di tradizioni siciliane e dal pluripremiato pizzaiolo palermitano Ron Garofalo.

Nelle giornate di sabato e domenica si potrà accedere alle postazioni degli operatori per la degustazione a partire dalle 12.30 e dopo un breve intervallo pomeridiano nel pomeriggio, dalle ore 19 fino alle 22.

Sabato 24 alle ore 12.30 avverrà la  presentazione della manifestazione e domenica 25 dalle 18,  Gaetano Basile traccerà un excursus storico pieno di curiosità e aneddoti sulla nascita della pietanza più amata dai palermitani e a seguire avverrà la premiazione decretata dal  voto della giuria tecnica e dal consenso di quanti, acquistando il ticket degustazione acquisiranno anche  la possibilità di votare il proprio sfincione preferito, contribuendo così a determinare il vincitore.

L’evento è organizzato in collaborazione con l’Associazione “La Piana d’Oro”.

L’obiettivo è dunque quello non solo a degustare lo sfincione del proprio territorio, ma anche a sostenerlo e votarlo.

Commenti

MariaTeresa Mineo

26 anni. Mi occupo di turismo ed eventi. Amo viaggiare, ascoltare e raccontare storie

More Posts