ALLA RINCORSA DI UN SOGNO: LAVORARE VIAGGIANDO – INTERVISTA AD ANTONIO VIZZINI

Generazione Millennials, i ragazzi cresciuti col digitale e costantemente interconnessi, una generazione a cui è stata data la possibilità, con l’avvento di Internet e delle compagnie low cost di poter arrivare in qualsiasi angolo del nostro pianeta. 

Una generazione nell’eterna condizione di incertezza sul futuro, una condizione precaria che ci permette però di cogliere l’opportunità di non avere radici per fare del mondo una casa. Ricerca dopo ricerca, interroghiamo Google sperando di trovare la tratta low cost o la combinazione di mezzi pubblici che ci consenta di muoverci.

I social ci hanno spesso raccontato di storie incredibili, ragazzi che vivono viaggiando o con mestieri da sogno che gli consentono di vivere una vita ricca di emozioni. Storie sempre così felici da sembrare irreali e sicuramente lontane dal contesto in cui siamo cresciuti.

Così oggi ci ritroviamo a parlare di Antonio Vizzini, 23 anni e Bagherese d’origine, che dopo aver conseguito una laurea in “Tecniche di Radiologia Medica” a Modena si è ritrovato catapultato in tutt’altro contesto.

Antonio, infatti, dopo la laurea decide di viaggiare per 500 giorni nel vecchio continente raccontando le sue esperienze di viaggio attraverso “AllOverThePlace -Travel – Enjoy – Share”, un diario digitale di aneddoti e racconti.

 

Germania, Austria, Malta, Olanda e ancora l’Ungheria, la Romania, l’Inghilterra, la Francia oltre che la Spagna, la Croazia, la Slovenia e la Svezia sono state mete raggiunte dal giovane Bagherese.

Potrebbe sembrare un racconto del ragazzo benestante che, forte del supporto dei genitori, decide di impiegare risorse e tempo per girare l’Europa. Tutto questo non è Antonio Vizzini e chi lo conosce lo sa bene. Trovare destinazioni di fortuna, dormire su superfici lontane dall’essere un letto comodo, e quel brivido latente di non avere il denaro per poter tornare a casa sono colonne portanti di un viaggio continuo.

Viaggiando si conoscono le lingue, le lingue sono ricchezza e possono portarti dove non penseresti mai di arrivare. Così imparando a dimenarsi fra l’inglese e lo spagnolo Antonio riceve una chiamata dall’Angiodroid s.r.l. che guidata dal Ceo Sebastiano Zannoli si sta imponendo, in soli tre anni di attività, come una delle maggiori Start-Up di successo nel campo delle tecnologie mediche. 

L’azienda, che opera con una rete estesa in Europa e non solo, ha sviluppato un Iniettore automatico e digitale che consente di eseguire angiografie basata sull’utilizzo di CO2 in alternativa al mezzo di contrasto iodato, aumentando così la sicurezza dei pazienti.

Angiodroid s.r.l oggi esporta in 36 paesi offrendo tecnologia innovativa in ambito biomedicale e al 100% made in Italy. Fiducia sul progresso e sui giovani combinati con intraprendenza e dinamicità sono i pilastri su cui si fonda l’azienda.

E il nostro Antonio? 

Dopo aver iniziato a lavorare per l’azienda, i primi 7 giorni di lavoro lo vedono calpestare il suolo Londinese e in seguito quello dello stivale non lasciandosi sfuggire Belgio, Francia, Romania e Spagna. Si occupa di organizzare ed eseguire Demo Session in ospedali e cliniche supportando tecnicamente e clinicamente i dottori che utilizzano l’iniettore di CO2

“Se ho trovato il lavoro dei miei sogni? – Antonio Vizzini rispondendo ad una nostra domanda  – Ai miei sogni non pongo limiti, più che un lavoro ho trovato una famiglia. Lavoriamo sinergicamente con un obiettivo comune. Questo lavoro mi sta dando l’opportunità di sviluppare le competenze acquisite durante l’università viaggiando e conoscendo tante realtà distinte. Mi sento sempre in continua crescita.”

Una storia che ci sprona a trovare nell’incertezza un’opportunità per essere intraprendi, nella speranza di essere anche noi fortunati come Antonio, uno dei picciotti costretto ad abbandonare la nostra terra. Non l’ultimo.

Commenti

Salvatore Maggiore

24 anni, una laurea in Ingegneria Dell'Energia da condire con una magistrale ancora da completare. L'amicizia è un pilastro fondante della mia vita per cui mi dedico a dare spazio a Politica, Musica e Ambiente con cui sono in rapporti fraterni.

More Posts