PERCHE’ NO? – LISTA 1

Liceo Classico “F. Scaduto” – LISTA 1

PERCHE’ NO?

Mauro Padovano IV C
Laura Castronovo V C
Giorgio Lo Piparo IV D
Beatrice Chiofalo IV D
Angela Gargano V F
Alessandro Aiello III D
Sofia Fricano II E
Marika Macaluso I C

Presentatore Peppe Puleo III C

 

 

 

Quali sono le motivazioni che vi hanno spinto a presentare la candidatura e, in generale, a intraprendere questo percorso?

 

Sicuramente uno dei motivi principali è stata la voglia di metterci in gioco, non per acquisire visibilità come il luogo comune suggerisce, ma per poter lasciare il nostro segno in questa scuola che noi candidati della lista 1 non concepiamo come una routine da rispettare per obbligo ma come motivo di crescita, arricchimento e condivisione. Proprio per questo il nostro obbiettivo è superare il concetto di popolarità per raggiungere un ideale di concretezza.

 

Quali idee e iniziative vorreste portare avanti nel caso in cui qualcuno dei vostri candidati riuscisse ad ottenere un seggio in questa tornata elettorale?

Premettendo che, qualunque sia l’esito di queste elezioni, ci impegneremo nel portare avanti i nostri ideali, quello che abbiamo deciso di proporre si concentra sul concetto di partecipazione attiva, da parte degli studenti, alla vita scolastica e in base a ciò abbiamo pensato di rivoluzionare quello che è lo strumento per eccellenza per il dialogo: l’assemblea d’istituto. La centralità di questa sarà la condivisione di punti di vista differenti che potranno essere esposti durante le varie attività della giornata di assemblea. Altri si basano su iniziative già concretizzate, quali la sala studio, il torneo di calcio, la giornata del liber vagans, con l’intento di migliorarle e rendere sempre più partecipi gli studenti. Per migliora la comunicazione interna all’Istituto la nostra proposta è quella di creare un gruppo su Telegram dove fare girare più velocemente le informazioni. Se riteniamo fondamentale la comunicazione all’interno della nostra comunità scolastica, ancora di più pensiamo lo sia quella con la rete studentesca bagherese, che vogliamo facilitare per mezzo del Comitato Studentesco Bagherese (CSB). Se abbiamo ideato queste iniziative è perché vogliamo che anni importanti come quelli del liceo lascino un qualcosa ad ognuno di noi, per questo abbiamo anche proposto un modo per ricordarli, ovvero foto e riprese realizzate dai fotografi Alessio Di Grande e Gianluca Sammartano durante i momenti più importanti della nostra vita scolastica, tra cui il conseguimento del diploma che abbiamo pensato di celebrare durante la Graduation Cerimony, durante la quale verranno consegnati gli attestati in un’atmosfera diversa dal solito.

 

Quali sono, secondo voi, le maggiori problematiche che affliggono il vostro istituto? Quali, in generale, le scuole bagheresi?

Le problematiche che subito saltano all’occhio sono sicuramente quelle strutturali, per cui gli studenti si sono sempre battuti. Ma prima di queste, crediamo che l’ostacolo principale all’interno della rete studentesca bagherese, siano le mentalità in cui prevalgono il menefreghismo e l’inattività. Qualsiasi problematica, che sia questa strutturale o logistica, non potrà mai essere risolta se prima non cambieranno le mentalità che si prodigano per risolverle.

Come giudichereste il rapporto tra il mondo scolastico e quello esterno? Pensate che ci sia abbastanza comunicazione tra voi e il mondo adulto? Vorreste più ascolto da parte di chi può risolvere i problemi legati alla scuola?

Purtroppo agli occhi di chi sta ai piani alti, il mondo liceale è ancora un mondo di “piccoli”, il quale parere o le quali problematiche o proposte non vengono considerate con il peso che meriterebbero. Questo porta spesso gli studenti a decisioni drastiche che, con la giusta comunicazione, il giusto ascolto e la giusta comprensione da parte di tutti, potrebbero essere evitate.

 

Cosa ne pensate del progetto, de “U Stratunieddu”, di creare un collegamento diretto e costante tra scuole e piazza virtuale?

 

Collegandoci alla risposta precedente, accogliamo con piacere questa collaborazione che può dare forza alla voce degli studenti e ci teniamo a portarla avanti nel tempo. Per questo vi ringraziamo a nome dei “piccoli” che cercano di farsi spazio in un mondo di grandi.

Commenti

Sergio Moretto

Un giovane studente di Giurisprudenza che nutre un forte amore per la giustizia e le brioches con il gelato. Più che uno scrittore mi sento uno storyteller, mi piace trasmettere emozioni.

More Posts