FICO Eataly World: a Bologna il più grande parco agroalimentale al mondo

Noi italiani non siamo abituati a sentir parlare bene del nostro paese all’estero. L’economia non va, siamo sempre tra gli ultimi in termini di sviluppo, i nostri politici raramente ci fanno fare bella figura e così potrei andare avanti scrivendo un articolo intero. Se però parliamo di cibo allora tutto cambia. In tutto il mondo l’Italia è rinomata per i suoi prodotti e per la sua tradizione agroalimentare e quindi culinaria. Sotto questo punto di vista anche questa volta siamo riusciti a non smentirci.

Nasce, infatti, a Bologna FICO Eataly World, il più grande parco agroalimentare al mondo.

Il parco è stato inaugurato il 15 novembre e già nel primo weekend ha registrato grandi numeri in termini di visite, non deludendo le aspettative degli organizzatori.

FICO, acronimo di Fabrica Italiana Contadina, è una realtà che racchiude in sé la meraviglia della biodiversità italiana e lo fa su due ettari di campi e stalle all’aria aperta. La bellezza di questo luogo è che la biodiversità non solo cresce e viene coltivata ma può anche essere acquistata e degustata grazie alla presenza delle botteghe, del mercato e ai 45 luoghi di ristoro tra bistrot, ristoranti stellati e chioschi di street food. I prodotti utilizzati per la realizzazione dei piatti sono tutti realizzati sul posto dalle 40 fabbriche contadine, insomma dal campo alla forchetta. L’intrattenimento poi non passa di certo in secondo piano. All’interno del parco sono presenti diverse aree dove i bambini possono giocare e divertirsi imparando grazie alle giostre multimediali, tanti gli eventi organizzati tra cui degustazioni, woorkshop, meeting, cooking class, cooking show e molto altro ancora.

Il tutto viene realizzato tra le aule didattiche, il centro congressi e la serra agrumeto dove è possibile vivere un’esperienza naturale a 360°.  Tra gli eventi in evidenza sul sito troverete un corso di giardinaggio, di Food Photography, di apicoltura e di produzione dell’olio.

 

Nulla è stato dunque lasciato al caso. Possiamo sicuramente dire che si tratta di un’iniziativa lodevole che ha saputo sfruttare l’eccellenza italiana portandola in tutto il mondo.

 

Se vi va di visitare il sito ecco il link di FICO Eataly World

 

Commenti

MariaTeresa Mineo

26 anni. Mi occupo di turismo ed eventi. Amo viaggiare, ascoltare e raccontare storie

More Posts