IL DNA DI UNA SCUOLA NUOVA! – LISTA 1

Liceo Scientifico “G. D’Alessandro” – LISTA 1

IL DNA DI UNA SCUOLA NUOVA

COMPONENTI LISTA:

Sara Aiello – IV B

Mario Puleo – IV H

Antonio Russo – III E

Miriam Tomasello – V D

Peppe Profita – II ALS

Roberta D’Amico – III G

Fabio Calabrò – II I

Giulia Puccio – I B

PRESENTATORE DI LISTA:

Luca Pasqualetto – V B

 

Spesso ci viene chiesto perché abbiamo deciso di candidarci e perché vogliamo tanto rappresentare la nostra scuola, la risposta? La risposta è che, semplicemente, vorremmo essere la voce del nostro istituto. La nostra lista presenta le idee e i desideri di ragazzi che sono da poco entrati al liceo, o che stanno quasi per finire il loro percorso scolastico. Abbiamo deciso di presentare la candidatura per accogliere i pensieri di chiunque abbia qualcosa da dire, visto il fatto che siamo più di 1000 studenti e tutti devono avere l’opportunità di dire la propria.

Il nostro programma elettorale è semplice, ma interessante. Le idee che veramente pensiamo siano le più importanti sono quelle che riguardano la scuola in primo piano. Una di queste è la donazione di una parte del ricavato degli eventi organizzati da noi studenti al fondo della scuola. Infatti noi ne vorremmo usufruire invece di lasciarli là per “quando ce ne sarà bisogno” e utilizzarli anche a partire da un semplice “sconto” nelle visite guidate.

Un altro punto importante per noi è l’istituzione di una commissione docenti-studenti per l’alternanza scuola-lavoro per migliorare l’organizzazione dei nostri progetti. Infatti non sono pochi i problemi che abbiamo riscontrato negli anni precedenti, forse anche per l’inesperienza visto il fatto che questa legge è stata applicata meno di tre anni fa.

Infine, tutelare la succursale è importante. Non possiamo intervenire in tutti i problemi che questa ha, ma un nostro professore ci ha consigliato di considerare il problema delle finestre, non a norma e causa di molti incidenti.

Le altre nostre idee hanno come obbiettivo il volere rendere più divertente, e magari anche piacevole, il rapporto degli alunni con la scuola, che si troverebbero protagonisti di un’attività sì scolastica, ma alternativa. Speriamo di poterle portare avanti proprio per questo motivo.

 

È molto importante per noi giovani essere ascoltati, anche e soprattutto in ambito scolastico. Non pensiamo il rapporto tra mondo scolastico e mondo esterno sia completamente assente, ma sicuramente vorremmo essere più ascoltati. Se noi studenti facciamo presente qualcosa, che sia un problema o una proposta, è unicamente per il nostro bene e perchè amiamo quel luogo in cui passiamo cinque-sei ore al giorno per cinque anni della nostra vita.

Per questo motivo crediamo che il progetto de “U Stratunieddu” possa essere molto interessante e importante per creare un collegamento tra scuola e la società virtuale.

Commenti

Stefano Morana

Poco più che ventenne, sono un gran simpaticone con tante idee in testa. Appassionato di musica e suonatore (musicista "suona" fin troppo professionale) da molti anni, mi esibisco in giro per il mondo...più o meno. Nella mia testa occupano spazio tante altre passioni, politica e società più di tutte, ma anche cinema, tecnologia e comunicazione. Ah, sono inoltre un universitario in crisi.

More Posts

Follow Me:
Facebook