PALERMO: E’ IL MOMENTO DELLA SVOLTA?

Il 21 ottobre scorso il Palermo perdeva 2 a 0 al Barbera contro un Novara che con il minimo sforzo è riuscito ad interrompere il periodo d’imbattibilità della compagine rosanero.

Nel post-partita si è cercato subito di capire quali fossero stati gli errori più evidenti: cambi sbagliati, attacco in affanno e l’incapacità di saper reagire ad uno svantaggio da parte di una squadra che dovrebbe puntare alla promozione diretta.

Tre giorni dopo, ad aspettare il Palermo ci sarebbe stato il Carpi allo stadio Sandro Cabassi; squadra che, considerando la classifica cortissima, aveva necessità di conquistare punti.

Questo match è stato considerato una sorta di crocevia per la squadra allenata da Bruno Tedino: si è in grado di reagire e vincere fuori casa oppure si è destinati ancora una volta a risultati poco positivi?

Risultato finale 1-3; due gol e un assist di Nestorovski, gol di Embalo e terzo posto in solitaria a due punti dal vertice.

Rispetto alla pessima prestazione con il Novara, il Palermo ha dimostrato di poter imporre la propria supremazia nei 90 minuti, rischiando poco e rimediando immediatamente agli errori compiuti (il gol di Embalo è arrivato subito dopo il gol dell’1-2 di Sabbione).

Nestorovski è riuscito a riprendersi in mano l’attacco, dimostrando di essere un lusso per la Serie B; Coronado nonostante pecchi nuovamente di brillantezza, ha dimostrato un leggero miglioramento rispetto alle precedenti prestazioni.

Grandi applausi vanno anche ad Andrea Rispoli che ha finalmente regalato una prestazione degna del suo valore: procura il calcio d’angolo per il primo gol, suo l’assist per la seconda rete dei rosanero e infine suo il passaggio per Nestorovski prima della terza marcatura firmata da Embalo.

Si spera che il numero 3 abbia definitivamente dimenticato tutte le voci di mercato che lo hanno evidentemente destabilizzato in questa prima parte della stagione.

Anche mister Bruno Tedino merita grandi complimenti: ha avuto il coraggio di ammettere i suoi errori, tornando alla difesa a tre, rilanciando i polacchi e preferendo Rolando ad un Morganella che, complice il ruolo sbagliato, non riesce a rendere in maniera accettabile.

Sabato al Barbera arriverà la Virtus Entella, squadra che ha necessità di allontanarsi il più possibile dalla “zona rossa” della classifica, il match non è assolutamente proibitivo e sarebbe una buona occasione per prendere altri 3 punti, consolidando ancora di più la permanenza nelle posizioni alte della classifica.

Palermo, è arrivato il momento della svolta, è necessario mostrare i muscoli e dimostrare che l’oggettiva qualità della squadra venga accompagnata da un rendimento di alto profilo per poter conquistare nel minor tempo possibile l’obiettivo principale: la Serie A.

Commenti

Sergio Moretto

Un giovane studente di Giurisprudenza che nutre un forte amore per la giustizia e le brioches con il gelato. Più che uno scrittore mi sento uno storyteller, mi piace trasmettere emozioni.

More Posts