Giornata Mondiale dell’Alimentazione: “Cambiamo il futuro delle migrazioni. Investiamo nella sicurezza alimentare e nello sviluppo rurale”

Il cibo è elemento fondamentale per il  sostentamento del nostro corpo. Pensare che ancora oggi ci sono tanti stati nel mondo le cui popolazioni soffrono la fame è veramente grave e soprattutto in netta contrapposizione con lo sviluppo economico, sociale, tecnologico  che il nostro pianeta è riuscito a raggiungere.

La Giornata Mondiale dell’Alimentazione viene celebrata il 16 ottobre di ogni anno per ricordare la nascita, nel 1945, dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO). Più di 150 paesi nel mondo organizzano eventi sulla Giornata mondiale dell’alimentazione per testimoniare l’importanza di unirci tutti nella lotta contro la fame e garantire a ciascuno cibo sufficiente per condurre una vita sana e attiva. Lo slogan per la Giornata mondiale dell’alimentazione 2017 è “Cambiamo il futuro delle migrazioni. Investiamo nella sicurezza alimentare e nello sviluppo rurale” .

Temi di quest’anno sono la migrazione, la fame e la povertà, il cambiamento climatico ed i conflitti. Tutti temi caldi che affliggono il nostro pianeta. La FAO si adopera giornalmente per il contrasto a questi fenomeni dando agli agricoltori dei paesi più poveri gli strumenti giusti e insegnando loro come produrre di più, fornendo formazione e accesso al lavoro, aiuta gli agricoltori a rimettersi in sesto dopo che un ciclone che ha raso al suolo tutto, fornisce aiuti di emergenza e cerca di prevenire e dissipare le tensioni che possono condurre ad un conflitto.

Sono gli obiettivi di sviluppo sostenibile che la FAO si è posta di raggiungere. Il più importante è il secondo e cioè l’obiettivo fame zero, che la FAO cerca di raggiungere affrontando molte delle cause che inducono le persone a migrare, sostenendo infatti che è possibile sfamare una popolazione in crescita ed aiutarla ad uscire dalla povertà senza minacciare la salute del nostro pianeta per le generazioni future.

La FAO inoltre invita tutto il pianeta a raggiungere insieme a lei tale obiettivo, indicandoci semplici piccoli accorgimenti da seguire: cambiare alcune semplici abitudini che hanno un effetto sul nostro clima, sprecare meno cibo, risparmiare acqua e riciclare.

Anche Papa Francesco oggi ha partecipato alla Giornata mondiale dell’alimentazione, recandosi in visita alla sede della FAO a Roma. Il Papa ha incentrato il suo discorso su due principali cause della fame nel mondo: i cambiamenti climatici e i conflitti. Ha trattato il tema della giusta distribuzione del cibo sul pianeta ed infine ha invitato tutti a dare, non solo alla FAO ma anche ad istituzioni simili, “il coraggio di migliorare e perseverare per il bene della famiglia umana”.

Noi di U Stratunieddu abbiamo più volte cercato di trattare argomenti che sensibilizzassero le nostre coscienze al risparmio ed al rispetto della natura, stavolta lo facciamo trattando l’argomento della fame nel mondo. Ci teniamo quindi a sottolineare quanto sia importante non sprecare il cibo e le risorse del nostro pianeta per il mero gusto di farlo, e ci auguriamo che le nostre coscienze si sveglino da questo torpore a cui il consumismo ci ha portato.

Commenti

MariaTeresa Mineo

26 anni. Mi occupo di turismo ed eventi. Amo viaggiare, ascoltare e raccontare storie

More Posts