Ypsigrock: A Castelbuono va in scena la Sicilia del domani fra chitarre e turismo giovanile

Google, amico mio, t’interrogo per sapere quest’anno dove dovrò andare, quale aereo dovrò prendere e quanti soldi dovrò spendere per riuscire a vedere un concerto di un certo spessore. Non ti chiedo della mia band preferita; cerco qualcosa che sia in linea con i gusti di un ventenne che ha intenzione di divertirsi senza doversi  per forza affidare alle serate mondane del palermitano, poco fantasiose e ripetitive. Così seguendo il calendario di eventi che l’estate isolana mi offre mi imbatto nella 21° edizione dell’Ypsigrock Festival, organizzato dall’Associazione Culturale Glenn Gould  a Castelbuono nel verde delle Madonie dal 10 al 13 agosto 2017.

Cigarettes After Sex durante l’esibizione del 13 Agosto 2017

Google è sempre lì, pronto ad essere sollecitato con una nuova ricerca, il risultato a cui pervengo dopo pochi secondi è molto superiore alle aspettative, per me che sono un appassionato di musica Indie-rock, vedere nella Line-Up 2017 i Cigarettes After Sex, in virale ascesa nell’ambiente alternative pop, e i  Beach House, band ben consolidata da anni con presenze in palcoscenici importanti, è stato sufficiente per effettuare l’acquisto del ticket giornaliero e permettermi di assistere domenica scorsa a questa giornata di festa e musica. La curiosità mi ha però permesso di continuare a tartassare il motore di ricerca, con la G maiuscola, scoprendo che in realtà ero semplicemente un ignorante. L’Ypsigrock infatti vanta già una storia di successi con apparizioni negli anni precedenti di band affermate a livello globale come gli Alt-J, Editors, Moderat, Metronomy il tutto ad un’ora di strada in macchina da Palermo. Gli organizzatori del Festival hanno ben pensato di soddisfare diversi palati musicali includendo nella rassegna del 2017 generi diversificati con le esibizioni, oltre dei succitati, dei Ride, Digitalism, Car Seat Headrest, Beak e altri giovani artisti per una Line-up davvero ricca. I festival, d’altronde, servono sì ad ascoltare  gruppi ben affermati ma danno la possibilità di estendere i propri orizzonti musicali, con esibizioni di gruppi ancora poco noti al grande pubblico nei quali difficilmente ci si sarebbe potuti imbattere senza l’Ypsigrock festival. Agli acquirenti è stata data la possibilità di procedere all’acquisto di  2 diverse tipologie di ticket:

  • Il pacchetto completo per  quattro giorni di musica al prezzo di 76€;
  • Il ticket giornaliero per l’accesso ad uno dei quattro giorni al prezzo di 39€.

 

Come già ribadito nei mesi precedenti dagli organizzatori, il Festival negli ultimi anni ha visto un crescendo di partecipazione arrivando a contare oltre 2.500 ingressi giornalieri della passata edizione: niente male per un Comune di 8.000 abitanti, eh?

Peccato che a non accorgersi del festival di musica madonita sia stata la Regione Siciliana che ha deciso di non finanziare il festival escludendolo dalla lista degli eventi meritevoli di contributo ma inserendolo nell’elenco dei “Grandi eventi della Sicilia”, schizofrenia?
Merita una nota a parte, nell’organizzazione dell’evento, il senso di appartenenza e comunità che si respira tra gli organizzatori che ha praticamente coinvolto i giovani di Castelbuono per la buona riuscita del festival dimostrando che la cooperazione può portare a realizzare eventi del genere.  

Il giudizio finale è positivo, a fronte di un prezzo del biglietto importante, viene garantito di poter assistere ad esibizioni di artisti internazionali per una Sicilia 2.0 a misura di giovani e turisti, che conceda spazio al suono di chitarre e bicchieri di birra.   

Ci rivediamo il prossimo anno!  #Ypsi2017

 

Salvo Maggiore

Commenti

Salvatore Maggiore

24 anni, una laurea in Ingegneria Dell'Energia da condire con una magistrale ancora da completare. L'amicizia è un pilastro fondante della mia vita per cui mi dedico a dare spazio a Politica, Musica e Ambiente con cui sono in rapporti fraterni.

More Posts