Oggi è l’Earth Overshot Day: Le risorse del pianeta si sono esaurite. Bagheria faccia la sua parte

Ogni anno il “Global Footprint Network”, un’organizzazione no profit che dal 2003 si batte per un futuro sostenibile per la terra, identifica un giorno nel quale le risorse, che si sarebbero dovute consumare durante quell’anno, si esauriscono.

Oggi 2 agosto 2017 è l’Earth Overshot Day: da domani in poi fino al termine dell’anno tutto ciò che consumeremo sarà più di quanto la natura aveva messo a nostra disposizione per questo anno.

È necessario individuare un altro pianeta entro il 2030, anno per il quale si prevede che serviranno l’equivalente di 2 terre per soddisfare il consumo di risorse del pianeta degli esseri umani. Tutto questo è ovviamente impossibile perfino per i più spinti libri di fantascienza. Nel 2016 l’Earth Overshot Day fu 6 giorni in ritardo rispetto ad oggi, è un obbligo morale invertire rotta. Gli Italiani, in questo speciale conteggio, si classificano al primo posto per consumo di acqua procapite fra gli europei con 241 litri di acqua al giorno consumati arrivando a consumare ad oggi 2 Agosto 2017 le risorse equivalenti a quelle di 2,6 pianeti se tutti gli esseri umani tenessero lo stesso regime di vita degli italiani.

 

Cosa possiamo fare per contrastare il consumo di risorse?
L’organizzazione non governativa mette a disposizione “Foot Print Calculator”, un calcolatore interattivo, che ci consente di misurare il nostro livello di impatto ambientale, inserendo il nostro regime alimentare e le nostre abitudini di vita. Una volta che ci si è resi consapevoli dell’impatto che la nostra esistenza ha sulla terra bisogna individuare azioni, individuali e corali, che consentano una riduzione degli sprechi energetici come ad esempio:

  • La riduzione del consumo di carne ed alimenti derivanti da allevamenti intensivi che richiedono risorse idriche ingenti;
  • La razionalizzazione dell’acqua con le moderne tecnologie domestiche per il controllo degli sprechi;
  • La riduzione dell’utilizzo dell’automobile in favore di mezzi di trasporto sostenibili al fine di ridurre l’emissione di metalli e anidride carbonica in atmosfera;
  • La riduzione dell’utilizzo di climatizzatori e altri impianti termici che aumentino il livello di consumo energetico.

 

Possiamo fare molto anche solo con il nostro esempio. Secondo la FAO, infatti, le diete sostenibili consentono un consumo di cibo con una minore impronta ecologica in termini di risorse idriche e carbonio, promuovono la biodiversità, aiutano a preservare cibi locali e tradizionali, con le loro numerose specie e varietà ricche dal punto di vista nutritivo. L’era dei fossili deve terminare, ci si avvii verso la transizione energetica ed alimentare che consentirà la realizzazione di un futuro sostenibile per tutti.

Il team dello  “U Stratunieddu”, avendo a cuore le tematiche ambientali e capendo l’importanza dell’impatto ambientale di ognuno di noi, si impegnerà per domani 3 agosto 2017 a non utilizzare impianti di condizionamento dell’aria adottando una dieta vegetariana in ottica di riduzione del consumo idrico e delle emissioni di CO2.

Invitiamo il Comune di Bagheria, le associazioni, i nostri lettori e chiunque abbia a cuore il futuro del pianeta ad unirsi alla nostra azione domani sensibilizzando e informando sull’importanza di un’esistenza sostenibile.

Commenti

Redazione

Il nostro team, composto da giovani bagheresi, ha scelto questo nome proprio per riportare in vita lo spirito e l’importanza dell’antico Stratunieddu nel nuovo locus del sapere, il Web. Il nuovo blog di informazione si propone di informare i cittadini di Bagheria, e delle zone limitrofe, su ciò che accade intorno a noi.

More Posts

Follow Me:
Facebook