DONARE NON È MAI STATO COSÌ FACILE!

Diventare donatori di sangue è una scelta che può compiere ciascun ragazzo che abbia raggiunto la maggiore età, lo stesso vale per chi abbia deciso di iscriversi nel registro dei donatori di organi e tessuti.

 

Iniziare a far parte di queste grandi famiglie è più facile di quanto voi possiate pensare!

 

Diventare donatori di sangue:

 

 

Per diventare donatori di sangue è necessario, prima di tutto, disporre dei seguenti requisiti:

  • Aver compiuto la maggior età e non aver superato i 60 anni (superata questa età sarà necessario un parere del proprio medico curante).

 

  • Essere in buono stato di salute.

 

  • Non pesare meno di 50kg.

 

  • Avere uno stile di vita che oltre a non mettere a rischio voi stessi, permetta di non mettere a rischio chiunque possa ricevere il vostro sangue.

 

È inoltre utile specificare i principali criteri secondo i quali un donatore deve autosospendere temporaneamente le donazioni:

  • 4 mesi: dopo piercing, tatuaggi, rapporti sessuali a rischio non reiterati (occasionali, promiscui), interventi chirurgici maggiori, agopuntura, endoscopie (es. gastroscopia, colonscopia).

 

  • 6-12 mesi: dopo il rientro da viaggi in zone dove esiste il rischio di contrarre malattie infettive tropicali.

 

  • 6 mesi: dopo il parto.

 

  • Periodi differenti: per vaccinazioni, patologie infettive, assunzione di medicine.

 

  • permanente: positività per test HIV, epatite B e C, malattie croniche.

 

 

Per poter diventare donatori di sangue, dovrete recarvi presso la sede Avis di Bagheria presente in piazza Cirrincione 16B nei giorni prestabiliti dall’associazione (consigliamo di seguire la pagina Facebook raggiungibile cliccando sulla scritta oppure di chiamare il 393 811 0777).

Nel giorno scelto sarà importante fare una colazione molto leggera a base di frutta e/o spremute e, dopo aver compilato un questionario conoscitivo, utile per valutare lo stato di salute, verrà effettuato un semplice prelievo di sangue.

 

Al fine di garantire elevati livelli di qualità e sicurezza del sangue e per tutelare la salute sia del donatore, sia dei pazienti, ad ogni donazione il sangue prelevato viene sottoposto ai seguenti esami:

  • Esame emocromocitometrico completo.
  • Esami per la qualificazione biologica del sangue e degli emocomponenti di seguito elencati:
    – HBsAg (antigene di superficie del virus dell’epatite virale B);
    – Anticorpi anti-HCV (anticorpo contro il virus dell’epatite virale C);
    – Test sierologico per la ricerca combinata di anticorpo anti HIV (anticorpo contro il virus
    dell’AIDS) 1-2 e antigene HIV 1-2;
    – Anticorpi anti-Treponema Pallidum (TP) con metodo immunometrico (contro la sifilide);
    – HBV/HCV/HIV 1 NAT (test per rilevare la presenza dei virus de lle epatiti virali B, C e dell’AIDS).

 

In occasione della prima donazione vengono inoltre eseguiti i seguenti esami per la determinazione dei gruppi sanguigni:

1)Fenotipo ABO mediante test diretto e indiretto.

2)Fenotipo Rh completo.

3)Determinazione dell’antigene Kell e, in caso di positività dello stesso, ricerca dell’antigeneCellano.

4)Ricerca degli anticorpi irregolari anti-eritrocitari.

 

Il donatore periodico è sottoposto, con cadenza almeno annuale, anche ai seguenti controlli ematochimici: glicemia, creatininemia, alanin-amino-transferasi, colesterolemia totale e HDL, trigliceridemia, protidemia totale, ferritinemia.

 

Finito il prelievo, il personale avrà il piacere di offrirvi un breve ristoro per poter riacquisire pienamente le forze.

 

 

Dopo circa un mese vi arriverà un messaggio dalla sede dell’Avis che vi comunicherà la vostra idoneità oppure, se qualcosa dovesse andare storto, i motivi della vostra inidoneità.

 

In caso d’idoneità, potrete prenotarvi per la vostra prima donazione (utilizzando sempre i contatti citati poco sopra).

Nel giorno della donazione sarà importante sempre effettuare una colazione leggera, terminato il prelievo (durerà meno di un’ora), vi verrà offerto il ristoro e vi verrà consegnata la lettera contenente i vostri esami di sangue.

È utile sottolineare che ogni anno il numero di donazioni non può essere maggiore di 4 per l’uomo e la donna non fertile e di 2 per la donna fertile; inoltre da una donazione completa all’altra non possono passare meno di 90 giorni.

 

Diventare donatori d’organi e

tessuti:

 

Ogni ragazzo che abbia raggiunto la maggiore età, ha la piena facoltà di decidere di donare i propri organi in caso di decesso.

Per diventare donatori d’organi e tessuti è necessario dichiarare in maniera non sottointesa la propria volontà; è infatti in vigore il principio del consenso o del dissenso esplicito (art. 23 della Legge n. 91 del 1 aprile 1999; Decreto del Ministero della Salute 8 aprile 2000).

 

Per poter essere un donatore è possibile prendere diverse strade:

 

  • Nel momento in cui vi recherete negli uffici comunali per il rinnovo della Carta d’Identità, potrete fare richiesta esplicita di essere iscritti nel registro dei donatori d’organi e tessuti.Nel retro della vostra Carta d’Identità, verrà stampata la scritta “Donatore di organi e tessuti”.Ricordiamo che a Bagheria la Carta d’Identità è rinnovabile negli uffici dell’anagrafe presenti in Via Pittalà n. 6

 

 

  • Compilare il seguente modulo d’adesione dell’A.I.D.O. non dimenticando le tre firme e spedirlo, allegando la fotocopia di un documento d’identità, alla sede provinciale A.I.D.O. del proprio luogo di residenza. Per chi risiede in provincia di Palermo, sarà necessario inviare la busta chiusa con affrancamento prioritario presso:

    Segreteria A.I.D.O Nazionale

    Via Cola di Rienzo, 243

    00192- Roma

     

    L’iscrizione è gratuita e riceverete il prima possibile il tesserino che testimonierà la vostra adesione all’Associazione Italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule.

     

    L’A.I.D.O. provvederà ad inserire i vostri dati nel “Sistema informativo Trapianti” del Ministero della Salute.

 

 

È doveroso citare il sito web dell’Avis e il sito web dell’A.I.D.O per le immagini e le notizie riportate in questo articolo.

Commenti

Sergio Moretto

Un giovane studente di Giurisprudenza che nutre un forte amore per la giustizia e le brioches con il gelato. Più che uno scrittore mi sento uno storyteller, mi piace trasmettere emozioni.

More Posts